'

Sagra dello Scaccione a Monterosso Almo

scaccione-monterosso

Sagra dello Scaccione a Monterosso Almo

Sagra dello “Scaccione”.  Degustazione del prodotto tipico monterossano cotto in forno a legna come vuole la tradizione e servito in tutte le sue varianti.

La manifestazione si svolge in Piazza Sant’Antonino in pienocentro storico, dove vengono allestite due stand, ognuno munito di forno a legna, dove verranno impastati, preparati e infornati quasi duemila pezzi di scaccioni conditi con i prodotti tipici locali, in particolare con il pomodoro secco conosciuto come “capuliato”, olio, origano, ma anche prosciutto e mozzarella ed altri condimenti a sorpresa. Naturalemte non mancherà l’ottimo vino locale rosso delle colline monterossane.

Sulla sommità di una collina, in un paesaggio suggestivo in cui abbondano le cave e le valli, si erge il Comune più alto della provinciaa. A 691 metri dal livello del mare Monterosso Almo è anche il secondo centro più piccolo del territorio ibleo. Segue il profilo della montagna su cui è costruito, determinando in questo modo una divisione in due parti: inferiore e superiore. Monterosso Almo ha radici storiche che affondano nella notte dei tempi. Il territorio è stato giá abitato in tempi preistorici da popolazioni sicule, come dimostrano i ritrovamenti degli abitati di Monte Casasia, sito a 738 m. di altitudine e della necropoli di Calaforno. Nella grotta di quest’ultima ci sono 35 camerette che in epoca remota sono servite da necropoli e riadattate poi ad abitazioni. Come molti altri centri della provincia, risulta essere di particolare interesse archeologico. Nelle vicinanze, troviamo le cosiddette ‘Grotte dei Santi’ con affreschi bizantineggianti.