'

Festa di San Giuseppe a Scicli

san-giuseppe-scicli

Festa di San Giuseppe a Scicli

Tradizionale appuntamento folcloristico con lastorica Cavalcata, i cavalli, riccamente bardati con i manti realizzati con la tessitura di una miriade di fiori di violaciocca su trama di juta, sfileranno sabato 21 marzo per le vie del centro urbano, accompagnati dai cavalieri nei tradizionali costumi da contadini.
Ricca di suggestioni è la lunga e laboriosa preparazione delle straordinarie bardature dei cavalli; neidammusi (ambienti a pianterreno delle abitazioni), un gran numero di persone, su unaorditura di rami di palme, (oggi largamente sostituiti dalla teladi juta), intesse migliaia di violaciocche (ubàlucu),componendo magnifici “quadretti” raffiguranti la Sacra Famiglia e svariati simboli sacri. I cavalli così bardati, montati da cavalieri vestiti con i caratteristici costumi della tradizione contadina, muovono da ununico punto di raccolta, in prossimità della piazza principale dellacittà, dirigendosi verso il sagrato della chiesa dedicata al Santo; qui, una commissione esterna esaminata l’originalità e l’effettoscenografico delle bardature e dei “gruppi di cavalieri” e subito dopo, in un tripudio di suoni e al grido di “PATRIA’ – PATRIA’ -PATRIARCA!, il coloratissimo corteo, con la Sacra Famiglia in testa, si snoda per le vie della città dove, in vari punti e quartierisono accesi i pagghiara, falò attorno ai quali si raccoglie la gente del vicinato in attesa del passaggio della Sacra Famiglia.
Rievocazione della biblica Fuga in Egitto della Sacra Famiglia, narrata dagli Evangeli, si svolge ogni anno intorno al 19 marzo, nel quartiere che ospita la Chiesa di San Giuseppe. Innestata su un residuo di quei drammi sacri che si inscenavano nel Medio Evo per propiziare un buon raccolto, gradualmente è stata assimilata dal Cristianesimo per farne una festa religiosa in onore al Santo Patriarca.